I Laboratori di POSTO VIVO prevedono azioni innovative in ambiti educativi differenti, in un’ottica inclusiva.
I laboratori avranno carattere temporaneo o permanente e riguarderanno differenti ambiti:

  • ambito tecnologico e informatico, con lo scopo di informare, divulgare, supportare all’uso coerente e consapevole delle tecnologie sia i giovani, sia gli adulti, nella prospettiva della mediazione proattiva e del supporto all’apprendimento;
  • ambito artistico, con lo scopo di promuovere l’espressività di ciascuno, nonché il benessere di bambini ed adulti. Arte e creatività svolgono un ruolo fondamentale nell’ambito dell’evoluzione umana: “Giocando con l’arte”, l’individuo impara a dare libero sfogo al proprio estro e alla propria creatività e a sperimentare diverse possibilità e diverse tecniche di espressione e di comunicazione artistica, manipolando i materiali e realizzando degli originalissimi oggetti;
  • ambito teatrale, con lo scopo di facilitare la conoscenza reciproca, intergenerazionale, sviluppando percorsi teatrali che vedano il coinvolgimento di gruppi omogenei ed eterogenei – laboratori teatrali per la costruzione di performance su temi riguardanti la vita del territorio e le questioni emergenti nella comunità, per la diffusione della mission dell’associazione/i, per la costruzione di una compagnia stabile di Teatro dell’Oppresso, formata da studenti (scuole superiori e universitari), da insegnanti ed educatori, da cittadini;
  • ambito musicale;
  • ambito didattico, con attività volte alla promozione dell’apprendimento autonomo in un’ottica inclusiva, con particolare attenzione all’acquisizione di un buon metodo di studio, in relazione alla didattica metacognitiva e alla media education (Cornoldi, 2010).